Il termine “autoresponder”, o autoresponditore in italiano, deriva dalla sua funzione più importante: inviare email automatiche in base a una serie di parametri programmati anticipatamente. I campi compilati in un Form, come ad esempio nome ed indirizzo e-mail, vengono memorizzati in un database che l’autoresponder interroga per ricavare i dati e personalizzare il messaggio ed inviarlo ai contatti che hanno compilato il modulo in precedenza. L’esistenza di tale applicativi ha reso automatiche molte funzionalità che precedentemente dovevano essere fatte manualmente. Gli autoresponder di oggi si sono evoluti in strumenti avanzati di marketing, riuscendo a creare sequenze condizionali, ovvero basate sull’azione dell’utente. Migliaia di aziende fanno uso degli autoresponder, la cui ed inviano messaggi ad intervalli regolari programmati in anticipo (processo detto follow-up) oppure messaggi inviati sempre ad una data scadenza, ma contenenti le novità del settore (ad es. newsletter).

Vedi anche le voci “E-mail marketing”, “Mailing List” e “Follow Up”.

« Back to Glossary Index

Lascia un commento