E’ un termine inglese che indica un bene per cui c’è domanda ma che è offerto senza differenze qualitative sul mercato ed è fungibile, cioè il prodotto è lo stesso indipendentemente da chi lo produce (esempio il petrolio, i metalli, il grano etc.). l’equivalente in italiano è bene indifferenziato.

Entrato nel gergo commerciale ed economico deriva dal francese commodité, col significato di ottenibile comodamente, pratico. Una commodity deve essere facilmente immagazzinabile e conservabile nel tempo, cioè non perdere le caratteristiche originarie.

Una delle caratteristiche di una commodity è che il suo prezzo viene determinato dal mercato. Generalmente le commodity sono prodotti agricoli o prodotti di base non lavorati come l’oro, il sale, lo zucchero e il caffè.

« Back to Glossary Index

Lascia un commento